Sogno finito: il ko degli Azzurri costa carissimo

I ragazzi di Mancini sconfitti in casa dalla Macedonia del Nord
28 marzo 2022
Sogno finito: il ko degli Azzurri costa carissimo

Si ferma in una serata di primavera, in uno stadio Barbera gremito e con un tifo caldissimo, il viaggio degli Azzurri verso il sogno mondiale.

Una sconfitta tanto inaspettata quanto difficile da accettare per i ragazzi di Mancini, per una eliminazione che solo fino a qualche mese fa non sembrava nemmeno ipotizzabile.

La partita contro la Macedonia del Nord era percepita da molti come poco più di una formalità in vista della gara decisiva contro il Portogallo. Non da Mancini e dai giocatori, che conoscevano bene le insidie della partita, contro un avversario che avrebbe alzato le barricate in difesa per poi cercare il colpaccio in contropiede. E quello è stato esattamente il canovaccio della gara del Barbera. Italia in controllo assoluto del match per 90 minuti, come dimostrano le statistiche della gara: possesso palla superiore al 60%, più di 30 tiri verso la porta, anche se solamente 5 hanno centrato lo specchio, e 16 calci d’angolo a zero. Numeri che danno la dimensione del dominio azzurro: un dominio però a lunghi tratti sterile, e quando sono arrivate le occasioni, l’Italia non ha saputo sfruttarle.

E così al 92’, quando ormai i supplementari sembravano inevitabili, è arrivata la beffa con il gol in contropiede dei macedoni: una conclusione da 30 metri che si è infilata all’angolino.

Azzurri sotto choc e assalto finale che non è bastato a evitare l’eliminazione.

La Nazionale tornerà a scendere in campo martedì in amichevole contro la Turchia, eliminata dal Portogallo nell’altra sfida della serata. Una partita che nessuno avrebbe voluto giocare.

Ma ormai quel che è stato è stato: ora bisogna trovare la forza per ripartire e guardare avanti verso nuovi obiettivi. Forza Azzurri!