Aprire una gelateria: requisiti, costi e procedure

24.01.2024 - Tempo di lettura: 10'
Aprire una gelateria: requisiti, costi e procedure

Aprire una gelateria può rappresentare un’ottima forma di investimento. Attività di questo tipo permettono di rivolgersi a una clientela molto ampia e, a differenza del passato, oggi possono fruttare in qualsiasi periodo dell’anno.  

Parliamo, però, di una decisone che va presa con la giusta consapevolezza. Se è vero che i guadagni possono essere molto alti, lo è anche che la competizione aumenta di anno in anno. Per avere successo, dunque, è necessario riflettere su come gestire e pubblicizzare al meglio l’attività, ancor prima di avviarla.  

Inoltre, è fondamentale sapere quali sono gli adempimenti burocratici e i requisiti per avviare una gelateria. Infine, importante è la valutazione dei costi, anche rispetto al tipo di gelateria che si intende aprire, sia essa una piccola attività o una gelateria in franchising.  

Vediamo, allora, come aprire una gelateria, a partire dalla scelta del luogo fino ai documenti che servono.  

Cosa serve per aprire una gelateria: i primi passi 

Prima di dare uno sguardo a tutti i documenti necessari ad aprire una gelateria, è necessario tenere in considerazioni alcuni elementi che incidono fortemente sulla possibilità di avviare un’attività di successo.  

In primo luogo, quindi, bisognerà riflettere su alcuni fattori:  

  • Pianificazione finanziaria: prima di tutto, bisogna stabilire un solido piano finanziario che includa il costo di avviamento, i costi operativi mensili e le previsioni delle entrate. In questo modo, ci si assicurerà di avere un budget sufficiente per coprire tutte le spese iniziali; 
  • Scelta della posizione: il luogo è fondamentale per decretare il successo o meno di un’attività di questo tipo. Una gelateria in pieno centro avrà un bacino di clienti molto ampio rispetto a una in periferia. L’ideale è cercare un luogo con un alto passaggio pedonale, visibilità e accessibilità, per esempio nelle vicinanze di parchi, scuole, spiagge o centri commerciali; 
  • Analisi della concorrenza: strettamente legato al primo punto, è fondamentale farsi un’idea di chi siano i competitor presenti nella stessa zona e, soprattutto, qual è l’offerta di valore che si intende mettere a disposizione del pubblico (in sostanza, perché le persone dovrebbero scegliere la gelateria rispetto alle altre attività in zona); 
  • Branding e design: in questo senso, utile è creare un’immagine di marca accattivante, un design attraente e un nome creativo che possano aiutare a differenziarsi dalla concorrenza; 
  • Marketing e pubblicità: oggi come oggi è fondamentale riflettere su una strategia di marketing per promuovere la gelateria, utilizzando i social media, pubblicità online e offline per attirare clienti.  

Adempimenti burocratici per aprire una gelateria 

Aprire una gelateria è, per certi versi, un’operazione più semplice rispetto ad avviare altri tipi di attività.  

In questo caso, infatti, non è strettamente necessario che il titolare abbia già lavorato in una gelateria o abbia frequentato un corso apposito. Ciò significa che è possibile avviare una gelateria anche se non si ha una vera e propria passione per questo tipo di attività, ma considerandola solo una scelta di investimento.  

Se, invece, l’idea deriva da una vera e propria passione, allora si potrà aprire una gelateria artigianale per guadagnare dalla realizzazione di un vero e proprio sogno. In genere, questa scelta deriva da un’esperienza lavorativa precedente, il che si dimostra vantaggioso per gestire al meglio l’attività e mantenere elevati standard di qualità.  

Qualsiasi sia l’obiettivo, gli adempimenti burocratici non cambiano. Per aprire una gelateria, bisognerà affrontare diversi step, tra cui:  

  • Presentazione della SCIA al comune per l’inizio dell’attività; 
  • Apertura della partita IVA; 
  • Attestato di partecipazione ai corsi del piano HACCP (che attesta la sicurezza e l’igiene dei servizi nel settore alimentare); 
  • Iscrizione dell’attività alla Camera di Commercio; 
  • Apertura delle posizioni INPS e INAIL; 
  • Autorizzazione per esposizione insegna all’esterno.  

Quanto costa aprire una gelateria 

Ma quali sono i costi per aprire una gelateria? Se si prende una decisione del genere è chiaro che bisognerà considerare il budget iniziale in base agli obiettivi che si vogliono raggiungere, al servizio che si vuole offrire ai clienti, ma anche costi fissi e variabili.  

In primo luogo, il costo del locale andrà a incidere sul budget. Questo dipenderà sia dalla posizione sia dalla dimensione del locale, ma andranno considerati anche i costi per le utenze e per eventuali lavori di ristrutturazione inclusi lavori di costruzione, impianti idraulici ed elettrici, pavimentazione, decorazioni e arredi. 

A queste spese si aggiungono quelle per mantecatore, congelatori, frigoriferi, mixer, frullatori, e altre attrezzature specifiche per la produzione e la presentazione dei gelati e quelli per le materie prime 

I costi aumentano anche in base al numero di dipendenti di cui si avrà bisogno, così come per eventuali corsi di formazione o aggiornamento del personale.  

Ultimo, ma non meno importante, va considerata la spesa destinata alle attività di marketing. La promozione è fondamentale per poter avere successo e attirare clienti nella gelateria. Si tratta di un tema che va affrontato subito e non in corso d’opera, proprio per assicurarsi di pianificare adeguatamente il budget.  

Non è, dunque, facile individuare un costo preciso per l’apertura della gelateria. Indicativamente, possiamo dire che il costo complessivo può oscillare tra i 50.000 e i 100.000 euro. 

Aprire una gelateria in franchising e valutare gli incentivi: come risparmiare 

A proposito di costi, c’è da dire che chi vuole aprire una gelateria ha a disposizione diverse possibilità di risparmio, in particolare:  

  • Aprendo una gelateria in franchising; 
  • Valutando incentivi per aprire una gelateria. 

Per quanto riguarda il primo punto, parliamo di un modello di business in cui il franchisor concede a un individuo o a un imprenditore il diritto di utilizzare il suo marchio, i suoi prodotti, i suoi processi operativi e il suo supporto, in cambio di una fee iniziale e royalty periodiche sulle entrate. 

Questo significa beneficiare di diversi vantaggi. In primo luogo, un vantaggio d’immagine, dal momento che il marchio è già riconosciuto e ha una clientela consolidata. In secondo luogo, permette di risparmiare sulle spese per la posizione e l’allestimento del locale, scelti direttamente dal franchisor.  

Questa opzione può essere di certo valida per chi sta valutando la possibilità di aprire una gelateria come forma di investimento.  

Meno vantaggiosa potrebbe rivelarsi per chi vuole avviare l’attività senza alcun limite alla creatività. Le gelaterie in franchising spesso seguono ricette e standard operativi per mantenere la coerenza del marchio, per cui non ci sarebbe la possibilità di creare prodotti personalizzati o introdurre nuovi gusti.  

In questi casi, quindi, maggiormente vantaggioso sarebbe informarsi sugli incentivi per aprire una gelateria. Per esempio, si potrebbero cercare opportunità di finanziamento e inviare domande per contributi a fondo perduto agli enti pubblici o privati che li erogano.  

In genere, i contributi a fondo perduto possono essere utilizzati per affrontare diverse spese iniziali, per esempio l’acquisto di attrezzature, la promozione dell’attività o la formazione del personale.  

Come aprire una gelateria: gestione operativa e finanziaria 

La corretta gestione delle attività operative di tutti i giorni e del controllo finanziario deve essere impostata ancor prima di aprire la gelateria. Questo è un punto che non tutti gli imprenditori affrontano dal primo momento, con gravi conseguenze sull’andamento delle vendite e sulla soddisfazione del cliente.  

Proprio per consentire alle nuove attività di cominciare con il piede giusto, TeamSystem ha messo a punto un gestionale dedicato proprio a gelaterie, pasticcerie e altre attività del campo della ristorazione.  

Cassa in Cloud è un software potente, ma anche di facile utilizzo, che consente di avviare un’attività assicurandosi di gestire ogni singola operazione nel modo più semplice e funzionale. Questo è fondamentale dal momento che oggi la maggior parte delle attività si affida a software gestionali per migliorare la qualità del servizio.  

Ordinazioni (anche online), pagamenti, controllo del magazzino e delle scorte, gestione degli incassi e moltissime altre operazioni quotidiane non sono un problema, nemmeno per coloro che hanno avviato l’attività da poco. Cassa in Cloud offre un’unica piattaforma dalla quale è possibile gestire ogni singolo aspetto della gelateria grazie a:  

  • integrazione della bilancia elettronica con creazione di relativo documento commerciale; 
  • analisi e report sui prodotti più venduti; 
  • gestione degli ordini da asporto; 
  • gestione del magazzino in tempo reale; 
  • analisi delle performance di ogni singolo dipendente; 
  • gestione semplice dei pagamenti; 
  • creazione di carte fidelity per incentivare i clienti a effettuare acquisti ripetuti.  

Con Cassa in Cloud la gestione è semplice, da parte di tutti i dipendenti, le operazioni veloci ed efficienti e di, conseguenza, la clientela felice e soddisfatta