+24% dal 2014 a oggi del numero di imprese legate al fitness, lo sport e il benessere

Fitness in Italia: un trend in continua crescita

In un mondo aziendale dove i segnali di ripresa sono lenti e contradditori è confortante sapere che ci sono alcuni settori che mostrano invece trend positivi, uno di questi è senza dubbio il business del fitness.

Secondo un rapporto di Unioncamere e Infocamere riguardante i consumi degli italiani emerge infatti un quadro estremamente rassicurante per gli imprenditori del mondo del fitness e del wellness.

Dal 2014 a oggi, il numero di imprese legate al fitness, lo sport e il benessere è aumentato del 24% arrivando a quota 23mila operatori registrati. Un vero e proprio boom!

Ai vertici della classifica per quanto riguarda la presenza sul territorio di impianti e associazioni troviamo Roma, seguita da Milano e Torino. 

A livello regionale è la Lombardia il territorio più densamente ricco di strutture (4mila attività registrate) seguita da Lazio (quasi 3mila attività) e l’Emilia Romagna (oltre 2mila).

Ragionando invece in termini di variazioni percentuali nel periodo oggetto di analisi il primato va al Lazio, dove le attività legate al fitness sono in aumento del 30,4%, solo a Roma contiamo 574 nuove imprese dal 2014 a oggi. Successivamente, nella classifica delle regioni con maggior aumento dell’offerta, le Marche (+30,2%) e il Veneto (+30%).

Anche nei comuni più piccoli il trend risulta ampliamente confermato: a Biella abbiamo un +64% delle imprese del settore, Imperia +48,9%, Vercelli +47,7% e anche a Trieste, Catanzaro, Savona, Ravenna, Lodi, Caserta e Pescara superiamo il 40% di aumento.

+24% imprese del fitness, sport e benessere dal 2014 al 2019

Relativamente alla tipologia di strutture e iniziative il panorama è ampio e variegato: spalmate sul territorio nazionale troviamo all’incirca 5.167 impianti sportivi (palazzetti, piscine ecc), 5.100 palestre e 4.986 club sportivi. Le città di Milano e Roma hanno registrato, nel periodo 2014-2019, 113 nuove palestre.

Un punto di forza importante e degno di nota sono le organizzazioni sportive e di promozione di eventi legati allo sport: 8.127 imprese attive, pari al 35% del totale.

Alla base di questo importante successo del business fitness oriented c’è sicuramente un cambiamento a livello sociale e culturale. Oggi l’utente del fitness ha maggiore consapevolezza e maggior attenzione ai benefici fisici e mentali offerti dalla pratica dell’attività fisica, nonché alla sua funzione preventiva. Siamo di fronte a un pubblico informato e motivato, l’iscrizione in palestra non è più vista come una forzatura dettata dalla necessità di perdere qualche chilo di troppo.

Una spinta innovativa molto forte viene dalla digitalizzazione: i nuovi utenti sono sempre più smart, sempre più digital. Un’offerta che considera l’esigenza tecnologica dell’utenza è sicuramente vincente. E così la palestra può essere portata anche fuori dal centro: i programmi di allenamento fatti con il trainer possono essere visualizzati dall’app; l’acquisto dell’ingresso o dell’abbonamento può esser fatto in autonomia dall’ufficio o dal proprio smartphone, la prenotazione di corsi e appuntamenti può avvenire online… facilitare gli utenti sotto questo punto di vista significa cavalcare l’onda del successo.

La bravura degli imprenditori che operano nel settore è stata quella di cogliere e adeguarsi immediatamente a questi cambiamenti del mercato, ampliando e integrando la propria offerta.

Allo stesso tempo: un’offerta variegata e in continuo aggiornamento di attività e proposte attira sempre di più un maggior numero di nuovi frequentatori di centri fitness.

Siamo entrati in un circolo virtuoso dove il fitness domina in modo assoluto!

Fonte: La Repubblica Economia&Finanza Boom di palestre, circoli ed eventi