Tempo di lettura: 2 minuti

Addio ad accessi contingentati e cambiamenti su obblighi di Green Pass e mascherine: con la fine dello stato di emergenza per il settore del fitness e del wellness arrivano i primi cambiamenti significativi.

Quando finisce lo stato di emergenza

Il 31 marzo 2022 in Italia decade ufficialmente lo stato di emergenza sanitaria per Covid-19, in vigore dal 30 giugno 2020 (DL 24 del 24 marzo 2022).

Dopo circa due anni questa data potrebbe segnare l’inizio di un graduale, e molto atteso, ritorno alla normalità grazie alla fine di alcune restrizioni.

Il 17 marzo 2022 il Consiglio dei Ministri ha tracciato un programma a step che prenderà il via il primo aprile. Il piano, che prevede l’allentamento di alcune misure restrittive, si conclude il primo maggio, data che segnerà l’addio definitivo il green pass e all’uso della mascherina anche in ambiente chiuso.

Cosa cambia per palestre e settore del wellness

Per il settore del fitness sembra essere cominciato il tanto atteso ritorno alla normalità, anche se, come stiamo per vedere, ci vorrà un po’.

La novità più interessante è la rimozione delle limitazioni di capienza per eventi e competizioni sportive.

Infatti gli impianti sportivi potranno accogliere il 100% degli spettatori a patto che questi siano muniti di Green Pass base per gli impianti all’aperto e Green Pass rafforzato per stabilimenti al chiuso. Questa misura resterà valida almeno fino al 30 aprile 2022.

Per l’accesso al pubblico a eventi e competizioni sportive continuerà ad obbligatorio l’uso di mascherine di tipo FFP2 sia all’aperto che al chiuso.

Per gli addetti ai lavori dello sport e del wellness la normativa, al momento, non prevede nessuna modifica.

L’onere di vigilare sul rispetto delle nuove regole rimane in capo a titolari e gestori delle strutture. Restano invariate anche le sanzioni.

Green pass obbligatorio: ecco in quali casi

Il certificato verde non sarà più necessario per svolgere pratica sportiva all’aperto, ma sarà necessario il Green Pass rafforzato per accedere a docce e spogliatoi.

Anche per la pratica sportiva al chiuso, palestre, piscine, centri natatori, sport di squadra e di contatto, continuerà ad essere necessario esibire il Green Pass rafforzato.

Si comportano allo stesso modo i centri benessere e le aree wellness che dovranno attendere ancora almeno fino al 30 aprile 2022 per poter fare accedere nelle proprie strutture clienti sprovvisti di Green Pass rafforzato.

Da queste restrizioni restano sempre esclusi:

  • accompagnatori di persone non autosufficienti per età o disabilità;
  • minori di 12 anni;
  • soggetti esentati dalla campagna vaccinale.

Queste indicazioni resteranno valide fino al primo maggio 2022 quando decadrà l’obbligo di Green Pass.

Scopri la soluzione software più utilizzata in Italia in palestre e piscine

New call-to-action