Normative

E-Fattura: scontrini fiscali “Good Bye Receipt”

E-Fattura: scontrini fiscali “Good Bye Receipt”

Lo scontrino fiscale, il tagliando cartaceo che conferma l’acquisto ai fini fiscali, presto andrà in “pensione”

Il piano, che prevede dopo l’entrata in vigore della Fatturazione Elettronica verso la PA nel 2014, l’introduzione dell’E-Fattura del 1°gennaio 2019, conferma la volontà di puntare sulla digitalizzazione fiscale per riuscire a controllare al meglio tutti i movimenti di chi ne è coinvolto.
Tra le proposte discusse nel DL fiscale c’è anche l’introduzione dello scontrino elettronico.
La sua introduzione sarà comunque lenta e avverrà con vari passaggi e coinvolgerà da Luglio 2019 i soggetti con un volume d’affari superiore ai 400 mila euro l’anno. Dal 2020 riguarderà anche i più piccoli esercenti. Lo scontrino elettronico servirà per inviare la conferma degli acquisti direttamente all’Agenzia delle Entrate. Tutti i dati presenti sullo scontrino (ragione sociale, importo, data e n° matricola fiscale) verranno inviati in tempo reale così da permettere una più facile gestione dei calcoli degli incassi e del fatturato. Questo nuovo sistema, oltre a velocizzare i controlli, permetterà di effettuare un confronto immediato con l’IVA versata.

Cos’altro cambierà?

• Tutti gli scontrini emessi avranno valenza fiscale e non bisognerà più richiederli esplicitamente
• Non ci sarà più l’obbligo di registrare a fine giornata i corrispettivi
(se si è dotati di un registratore di cassa telematico)

 

Oltre allo scontrino elettronico ci sarà anche la LOTTERIA degli SCONTRINI

Nella bozza del DL si parla anche di incentivi e bonus per l’acquisto e/o l’aggiornamento di registratori di cassa. In dettaglio la lotteria partirà nel 2020 e si ripeterà ogni mese; si prevedono estrazioni a premi per i clienti e sconti per i negozianti, che aggiorneranno o acquisteranno registratori di cassa digitale. I clienti finali (che hanno rilasciato il proprio codice fiscale) riceveranno un codice ogni volta che effettueranno un acquisto e potranno così partecipare all’estrazione. Gli esercenti invece potranno usufruire di uno sconto del 50% sull’acquisto di un registratore di cassa digitale. Tutto ciò, sarà possibile se i registratori di cassa degli esercenti, saranno collegati ad un sistema in remoto di generazione dei codici. Esistono comunque già sul mercato dei software che permettono ciò.
Le aziende produttrici e rivenditrici di software per registratori di cassa recupereranno il 50% dell’importo attraverso l’F24.

 

Fonti:
La Stampa
Investire Oggi
Qui Finanza
Governo.it