CLICCA E RICHIEDI INFORMAZIONI

Software e programmi BIM

Building Information Modeling

Building Information Modeling

Pur basandosi sulle tradizionali tecniche di modellazione architettonica tridimensionale, il BIM rappresenta un’evoluzione “intelligente” del classico modello 3D. Il modello BIM contiene infatti non solamente le semplici informazioni geometriche di elementi costruttivi e componenti, ma anche tutti i documenti e le informazioni necessarie alla gestione tecnico economica dell’intervento, alla sua realizzazione e alla successiva manutenzione.

Open BIM

Con il termine Open BIM si intende un approccio universale per la collaborazione durante le fasi di progettazione, realizzazione e messa in esercizio degli edifici basato su standard e flussi di lavoro aperti. Fondata nel 1996, buildingSMART (in origine IAI - International Alliance for Interoperability) è l’Organizzazione Internazionale che si occupa di contribuire alla trasformazione dei processi costruttivi attraverso l’adozione a livello mondiale di standard di tipo “aperto”.

L'interoperabilità

L’interoperabilità è la possibilità di scambiare i dati contenuti nel modello progettuale di partenza tra diverse piattaforme software e applicativi destinati alle diverse funzionalità coinvolte nelle attività, questo non solo durante la fase di realizzazione dell’opera ma anche nell’intero suo ciclo di vita, dalla manutenzione alla dismissione. La trasversalità dell’approccio BIM richiede necessariamente la massima accessibilità di informazioni di progetto e di processo a tutti i soggetti coinvolti.

Il BIM e i vantaggi dal punto di vista legale nell’applicazione agli appalti privati: riflessioni

La forza del BIM, come è noto, sta nella condivisione delle informazioni tra tutti i soggetti che intervengono nella realizzazione dell’opera, consentendo di creare un modello condiviso su cui gli operatori coinvolti nella commessa possono intervenire contestualmente, individuando sin da subito le eventuali interferenze che l’intervento di ognuno può avere su quello degli altri, senza dover attendere, quindi, la conclusione del lavoro altrui.

Aumento delle gare BIM in Italia nel 2019

Avv. Cristian Barutta

Il parere del Consiglio di Stato n. 458/2019 può influire sul l’applicazione del D.M. 560/2017 nell’attesa dell’adozione del nuovo regolamento di esecuzione del Codice dei contratti pubblici?

Compila il form per richiedere informazioni